Gruppo GIV

Eventi

RESAPUBBLICA. GIV: vulnologi in azione

Di / Eventi, Gruppi di studio / Commenti disabilitati su RESAPUBBLICA. GIV: vulnologi in azione

http://www.resapubblica.it/medicina-salute/giv-vulnologi-azione/

A Catanzaro si conclude il 1° congresso di Vulnologia patrocinato dal Ministero della Salute

di Antonella Garraffo

giv catanzaro

Si è appena concluso il 1° congresso nazionale patrocinato dal Ministero della Salute e organizzato da GIV, Gruppo Italiano Vulnologi, tenutosi presso il campus di Germaneto dell’Università Magna Graecia di Catanzaro. Coordinatore delle attività scientifiche è stato il dottor G. Failla.

La mission dell’incontro è quella di divulgare l’informazione scientifica sia agli addetti ai lavori che alle istituzioni per metterla al servizio dei pazienti.

Una tre giorni di full immersion a Catanzaro, dove si sono organizzati gruppi di studiomultidisciplinari per dare il via a dei lavori di ricerca in team, con lo scopo di prefiggersi diversi obiettivi: offrire un servizio a 360° al paziente e ridurre notevolmente i costi per il SSN, nonché essere sempre presenti nell’informazione e nella comunicazione sia a livello privato che a livello pubblico. Un’assunzione d’impegno preciso e responsabile.

I lavori sono iniziati con la presentazione dei Presidenti del Gruppo Italiano Vulnologi, M. M. Di Salvo e L. Battaglia, che hanno posto l’attenzione sulle criticità e sui problemi che ruotano attorno al trattamento delle ulcere cutanee croniche.

I gruppi di studio interdisciplinari costituiti hanno diversi programmi. Vediamo qui di seguito le tematiche degli studi:

1° gruppo: rigenerazione tessutale – coordinatore G. Failla – Catania

2° gruppo di studio congiunto con S.I.D.V.: diagnostica delle ulcere vascolari – coordinatore L. Aluigi – Bologna

3° gruppo di studio: ulcera ischemica non rivascolarizzabile – coordinatore M. M. Di Salvo

4° gruppo di studio: interfaccia della pressione topica negativa – coordinatori F. Magnoni –   Bologna, O. D’Antoni – Catania

5° gruppo di studio: biopsia cutanea – coordinatore A. Barcella – Bergamo

6° gruppo di studio: matrice extracellulare – coordinatore F.P. Palumbo – Palermo

7° gruppo di studio: percorsi diagnostico-terapeutici interdisciplinari – coordinatore F. Magnoni – Bologna

8° gruppo di studio: frems – coordinatore F. Calcopietro – Lamezia Terme

9° gruppo di studio: nuove tecnologie – coordinatore P. Pastore – Roma

10° gruppo di studio: cure domiciliari: coordinatore A. Crespi – Novara

11° gruppo di studio: formazione infermieristica – coordinatore O. Forma – Milano

12° gruppo di studio: tecniche e tecnologie del bendaggio – coordinatore F. Mariani

13° gruppo di studio: posturologia e ulcere cutanee: coordinatore I. Secolo – Catania

14° gruppo di studio: epidemiologia delle ulcere cutanee: coordinatore P. Bonadeo – Tortona

15° gruppo di studio: la terapia farmacologica per l’ulcera cutanea coordinatore A. Conti – Catanzaro

Ricordiamo che il percorso diagnostico del paziente con ulcerazioni è di difficile soluzione, sia per i tempi lunghi di guarigione, che per le frequenti complicanze da infezioni o da recidive che annullano i progressi di riparazioni tessutale fin lì raggiunti. Le ulcerazioni, inoltre, sono gravate da trattamenti costosi e sono spesso associate a perdite della capacità lavorativa.

Oltre alla cura, è stata posta l’attenzione sulla prevenzione delle lesioni. Inoltre, sono stati divulgati i temi inerenti l’incidenza data dal difetto d’appoggio plantare, trattato dal dottor G. Secolo con la presentazione delle nuove tecnologie di rilevazione computerizzata dei picchi di pressione in dinamica, e ancora la compressione elastica e il corretto trattamento locale nel territorio di appartenenza. In questi tre giorni si sono approfonditi gli aspetti clinici, diagnostici, terapeutici e riabilitativi, oltre alla presa in carico del paziente a 360°.

Insomma, quando si parla di salute è bene sapere che ci si muove su un terreno friabile soggetto a smottamenti, di una complessità tale che si vengono a creare alcuni processi, che noi chiamiamo comunemente “burocrazia”. Ecco che la salute è parte integrante di questi processi.

I Presidenti del Gruppo Italiano Vulnologi hanno concluso l’incontro con l’augurio che i gruppi di studio possano portare un bilancio positivo e trarre un modello rappresentativo per il Sistema Sanitario Nazionale, con la multidisciplinarietà che contraddistingue il GIV.

– CATANZARO POST: SUCCESSO GIV A CATANZARO

Di / Eventi / Commenti disabilitati su – CATANZARO POST: SUCCESSO GIV A CATANZARO
CLicca sul link per leggere l’intero l’articolo
All’università di Catanzaro il successo organizzativo del congresso nazionale “Giv”
All'università di Catanzaro il successo organizzativo del congresso nazionale “Giv”

CATANZARO – Un grande successo organizzativo ha sancito, stamani, la conclusione del primo congresso medico nazionale di vulnologia “Giv”, svoltosi nell’arco di tre giornate presso l’Università di Catanzaro.

Unanimi consensi, per l’importante iniziativa di studio e confronto, sono stati tributati dai partecipanti al Gruppo italiano vulnologi e, più in particolare, ai presidenti Luigi Battaglia e Michelangelo Maria Di Salvo, al direttore delle attività scientifiche Giacomo Failla, ai dottori Francesco Calcopietro e Francesco Paolo Palumbo. Significative parole di plauso sono arrivate, proprio in chiusura dei lavori, dal consigliere regionale Arturo Bova (Pd), intervenuto per testimoniare l’attenzione delle istituzioni politiche nei confronti di un evento di enorme portata che ha portato la Calabria al centro del dibattito scientifico nazionale, su una delle frontiere più avanzate e meno esplorate della ricerca medica. Tutto merito del Gruppo italiano vulnologi, una novità positiva nel panorama italiano. Non una “società”, dunque, ma un “gruppo” che si propone di operare in termini estremamente concreti e operativi, con una mission ben precisa: divulgare l’informazione scientifica vulnologica a 360 gradi anche per i pazienti. Grazie al gruppo “Giv” la conoscenza in campo scientifico viene, infatti, realizzata con finalità umanitarie, sanitarie e di responsabilità sociale. In qualità di gruppo scientifico, il “Giv” si occupa di stimolare la discussione intorno ai temi del “vascular & wellness” attraverso gruppi di studio che affrontano tematiche specifiche, producendo un risultato fruibile. A questo obiettivo si accompagnano una serie di iniziative per il sociale, prioritariamente attente e indirizzate sui bisogni del paziente. Autorevoli relatori, tutti di elevato e riconosciuto spessore accademico nazionale e internazionale, hanno occupato le diverse sessioni di lavoro, catalizzando l’attenzione dei presenti. Tra gli altri, sicuramente da evidenziare gli interventi di Mario Marazzi, Piero Bonadeo, Nicolò Scuderi, Claudio Allegra, Pierluigi Antignani, Francesco Paolo Palumbo, Adriana Visonà. Di enorme rilievo il contributo del prof. Stefano De Franciscis, nella duplice veste di prestigioso relatore e amabile “padrone di casa” nella splendida cornice del campus universitario di Germaneto. Dopo gli ottimi risultati congressuali di Catanzaro, il gruppo “Giv”, già strutturato nelle sue diverse articolazioni regionali, proseguirà su più livelli le proprie attività sul territorio, sia operando sul terreno della formazione che in abito sociale e di studio.